Nuove uscite sulla storia dei concili

È stato pubblicato  online il numero 49/2 (2018/2019) dell'Annuarium Historiae Conciliorum. Il fascicolo contiene la seconda parte dei contributi del convegno organizzato dalla Internationale Gesellschaft für Konziliengeschichtsforschung (Società internazionale per la ricerca sulla Storia dei concili) dal titolo "Konzil und Minderheit - I Concili e le minoranze", tenutosi nell'ottobre 2018 presso la Pontificia Università della Santa Croce e l'Istituto della Società Görresiana. Qui è possibile leggere l'introduzione (prima parteseconda parte) di Thomas Prügl e Johannes Grohe sugli obiettivi raggiunti dal convegno. Il fascicolo contiene ulteriori articoli e recensioni, nonché la consueta bibliografia sulla Storia del concili.


Nuove uscite sulla storia dei concili

Ripensando il Concilio Vaticano II. Atti del Convegno di Studi, Foligno, 5 dicembre 2015, a cura di Boris Ulianich, Accademia Fulgiana: Foligno 2020 (= Bollettino Storico della Città di Foligno, Supplemento 16). 127 pp.

 

Cinquant'anni dopo la fine del Concilio Vaticano II, la diocesi di Foligno ha indetto una giornata di studio sullo sviluppo dell'ecumenismo, della libertà religiosa e del rapporto tra la Chiesa cattolica e le religioni non cristiane per ricordare l'insegnamento del Concilio, che ha avuto luogo durante i pontificati di Giovanni XXIII e Paolo VI. Il volume contiene contributi di Franco Buzzi, Fortunato Frezza, Gualtiero Sigismondi, Domenico Sorrentino e Boris Ulianich.


Nuove voci

Dizionario dei concili

Pisanum / Pisa (1409)

Florian Eßer 


Nuove voci

Dizionario dei concili

Coloniense / Köln (1860)

Reimund Haas


Nuove voci

Dizionario dei concili

Romanum / Rom (721)

Reimund Haas


Nuove uscite sulla storia dei concili

Literary Echoes of the Fourth Lateran Council in England and France, 1215–1405, ed.
Maureen B. M. Boulton, 2019 (= Papers in Mediaeval Studies 31). X + 322 pp.  ISBN 978-0-88844-831-6

 

Il XIII secolo è considerato un periodo d'oro per la letteratura religiosa, sia per quella in volgare, per i laici, sia per quella latina, per i predicatori. Nella storia della letteratura è ormai diventato tradizionale identificare il motore di questa grande spinta creativa con il IV Concilio Lateranense (1215). Sebbene si ponesse in linea di continuità con una lunga tradizione di riforma della Chiesa, questo sinodo fu un punto di riferimento straordinario per il pensiero teologico contemporaneo, ispirando scrittori e predicatori per più di un secolo. Il volume, più che trattare in modo esauriente il concilio o la sua ricezione negli scritti religiosi dell'epoca, tenta di indagare le dinamiche attraverso le quali i laici – raggiunti in precedenza solo marginalmente dalle risoluzioni dei concili – recepirono e meditarono attivamente gli insegnamenti e i decreti del IV Concilio Lateranense nell'ambito della produzione scritta in volgare. I saggi raccolti all'interno del volume concentrano la propria attenzione sull'Inghilterra, dove l'episcopato si dimostrò particolarmente ben disposto ad attuare le riforme del concilio, e sulla Francia, dove sono note le prime prove letterarie di questo tipo.


Nuove voci

Dizionario dei concili

Duisbergense / Duisburg (929)

Reimund Haas