Nuove uscite sulla storia dei concili

È stato pubblicato online il numero 49/1 (2018/2019) dell'Annuarium Historiae Conciliorum. Il fascicolo contiene la prima parte dei contributi del convegno organizzato dalla Internationale Gesellschaft für Konziliengeschichtsforschung (Società internazionale per la ricerca sulla Storia dei concili) dal titolo "Konzil und Minderheit - I Concili e le minoranze", tenutosi nell'ottobre 2018 presso la Pontificia Università della Santa Croce e l'Istituto della Società Görresiana. Qui è possibile leggere l'Introduzione di Thomas Prügl e Johannes Grohe sugli obiettivi raggiunti dal convegno. Il fascicolo contiene ulteriori articoli e recensioni, nonché la consueta bibliografia sulla Storia del concili.


Nuove voci

Dizionario dei concili

Torcellense / Torcello (1127)

Filippo Forlani


Nuove uscite sulla storia dei concili

Volodymyr Pryymych, Unionsgespräche bei den Konzilien des 15. Jahrhunderts. Kiewer Metropoliten als Mittler zwischen Byzanz und Rom, Regensburg: Pustet 2018 (= Schriften des Ostkircheninstituts der Diözese Regensburg 2). 272 pp.

 

Nel XV secolo, intensi contatti tra Oriente e Occidente incoraggiarono la ricerca di soluzioni per ripristinare l'unità della Chiesa, venuta meno secoli addietro. L'episcopato e i teologi delle Chiese cattolica e ortodossa, così come i sovrani secolari, si adoperarono attivamente per riuscire in questo intento. Numerosi concili del XV secolo tentarono di ricreare un ponte diretto fra Roma e Bisanzio, per risolvere le divergenze ecclesiastiche e porre fine a un lungo tiro alla fune politico. Lo studio di Pryymych costituisce un apporto significativo allo stato attuale delle conoscenze sull'argomento e restituisce un quadro di questa era estremamente dettagliato. Fra i punti di maggior rilievo toccati dall'opera, è particolarmente degno di nota il ruolo di mediazione, che in questo contesto ebbero i metropoliti di Kiev, la cui importanza appare per la prima volta messa in luce.


Nuove voci

Dizionario dei concili

Papiense / Pavia (1128)

Filippo Forlani


Nuove voci

Dizionario dei concili

Troianum / Troia (1127)

Filippo Forlani


Nuove voci

Dizionario dei concili

Barcinonense / Barcelona (1416)

Johannes Grohe


Nuove uscite sulla storia dei concili

Fata, Marta/Forgo, Andras/Haug-Moritz, Gabriele/Schindling, Anton, Das Trienter Konzil

und seine Rezeption im Ungarn im 16. und 17. Jahrhundert (Reformationsgeschichtliche Studien und Texte 171), Münster, Aschendorff Verlag, 2019, VI + 301 S.

 

Il XIX Concilio ecumenico della Chiesa cattolica fu convocato a Trento nel 1545 per affrontare le sfide poste dalla Riforma. Le risoluzioni del Concilio, confermate da Papa Pio IV nel 1564, diedero avvio alle istanze riformatrici anche nell'Ungheria multiconfessionale, nella parte che dal 1526 era sotto l'amministrazione asburgica, sebbene le risoluzioni del Concilio non fossero state recepite come legge dal governo imperiale. Nonostante il profondo radicamento sociale delle confessioni protestanti, l'alto clero dell'Ungheria mantenne il proprio tradizionale primato nel regno. I singoli prelati furono in grado di stabilizzare le posizioni cattoliche già nel XVI secolo, attraverso le visite alle parrocchie e gli sforzi per migliorare la formazione sacerdotale. Nel XVII secolo inoltre si diede particolare attenzione alla cura pastorale e alle nuove forme di vita religiosa: nei loro sforzi per riformare la Chiesa i prelati trovarono un valido sostegno soprattutto nelle diverse attività della Compagnia di Gesù e degli ordini ristabiliti a partire dall'ultimo terzo del XVII secolo. L'antologia si concentra su questa prima fase di accoglienza delle risoluzioni del Concilio in Ungheria, una fase finora ampiamente trascurata dalla ricerca, permettendo dunque di comprendere in modo più differenziato lo sviluppo storico (ecclesiale) della moderna Ungheria.